Una famiglia: recensione del film con Micaela Ramazzotti

 

Una famiglia – la sinossi

Vincent ha 50 anni. E’ nato a Parigi ma vive da tempo a Roma. Maria, che di anni ne ha 35, è cresciuta a Ostia e i legami con la sua famiglia sono del tutto inesistenti. Insieme conducono un’esistenza ‘nascosta’ nella Roma caotica dei nostri giorni. Insomma, la vita di Vincent e Maria sembra scorrere apparentemente tranquilla. Eppure, scavando a fondo nelle loro esistenze, quella normalità nasconde invece un terribile progetto ideato e portato avanti da lui e da lei accettato da un amore incondizionato nei suoi confronti. Questo progetto prevede di aiutare coppie che non possono avere figli vendendogli il loro. Esasperata dalla situazione, Maria decide che è…
Leggi l’intero articolo su: http://www.intrattenimento.eu/recensioni/una-famiglia-recensione-ramazzotti/

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.